INVIA GRATUITAMENTE I TUOI DATI


TI HANNO CANCELLATO un volo aereo, una crociera, un soggiorno in hotel o in altra struttura alberghiera, un biglietto per un concerto o per uno spettacolo di qualsiasi genere?

 

– Ti hanno proposto un ” VOUCHER” invece di rimborsarti il prezzo del biglietto?

 

– Lo sai che NON sei costretto ad ACCETTARE il voucher, una volta che il tuo volo – soggiorno, è stato cancellato?

 

– Hai il diritto di RIFIUTARLO !!!  ed ottenere il RIMBORSO INTEGRALE delle somme pagate.

 

In tantissimi in questi giorni ci hanno fatto questa domanda, ecco perché ci preme fare chiarezza sul punto.

 

A seguito della cancellazione di un volo dovuto al coronavirus, la Compagnia aerea può offrire la scelta tra un voucher o il rimborso del prezzo del biglietto.

 

Qualora, però, il cliente non sia interessato a ricevere il voucher, può assolutamente pretendere il rimborso il prezzo del biglietto.

 

Devi sapere che il decreto c.d.”Cura Italia”, convertito in legge n°27/2020, consente agli operatori del settore turistico  di emettere “ voucher”  al posto del rimborso in denaro, per “ristorare” viaggi, voli, soggiorni in hotel e biglietti dei concerti o spettacoli, cancellati a causa dell’emergenza COVID-19, senza la necessità di un’apposita accettazione da parte del consumatore .

 

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCOM) con la comunicazione ufficiale del 28/05/2020 ha evidenziato che tale normativa si pone in contrasto con la vigente normativa europea che in questi casi prevede il diritto del consumatore ad ottenere il rimborso integrale delle somme versate.

 

Il Regolamento europeo n°261/2004 prevede infatti che qualora il volo sia stato cancellato per “circostanze eccezionali”, quindi per motivi non dovuti al vettore, come nel caso dell’emergenza dovuta alla pandemia di Coronavirus, il passeggero ha diritto al rimborso integrale del costo del biglietto.

 

Proprio per tale motivo la Commissione europea, con la Raccomandazione del 13 maggio 2020, ha evidenziato che il vettore (o altro operatore turistico) può legittimamente offrire un “voucher” ma a condizione che i consumatori non siano privati del diritto al rimborso in denaro.

 

L’AGCOM ha quindi invitato il Governo,  a correggere la suddetta legge evidenziando che in mancanza procederà a disapplicare la normativa italiana in contrasto con quella europea.

 

A riguardo anche l’ENAC ( Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ) ha preso posizione sulla vicenda precisando che in caso di cancellazione del volo per “cause di forza maggiore” il passeggero ha diritto al pieno rimborso del costo del biglietto.

 

Quindi se il rimborso del biglietto ti è stato negato, puoi richiedere la nostra assistenza!

 

Saremo lieti di aiutarti.

 

Per poter richiedere il rimborso, basta compilare il modulo riportato di seguito.
Una volta compilato il modulo verrai contattato quanto prima dal nostro Staff, che ti fornirà tutte le informazioni utili per ottenere il rimborso.

 

Non esitare a contattarci o a farci contattare!

 

Puoi richiedere il rimborso in maniera facile e veloce compilando il modulo “MODULO INVIO DATI”  quì a lato
al resto penserà “il punto legale” !!!

 

Ancora dubbi?

 

Chiama il nostro numero GRATUITO
 

 


 

Sapevi che puoi chiedere un indennizzo per tutti i tuoi voli degli ultimi 3 anni?
volo cancellato – ritardo volo – negato imbarco
Per il volo cancellato, la normativa comunitaria attualmente vigente (REG. EUR. 261/2004), in situazioni di normalità , prevede i seguenti diritti dei viaggiatori
VOLO  CANCELLATO
Il passeggero ha diritto a:
1) Rimborso entro sette giorni del prezzo pieno del biglietto se il volo in questione è divenuto inutile rispetto al programma di viaggio;
2) Un volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale non appena possibile;
3)Imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale, in condizioni di trasporto compatibili, non appena possibile,
4)Imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale, in condizioni di  trasporto comparabili, ad una data successiva di gradimento del passeggero , a seconda della disponibilità di posti;
5)Assistenza da parte del vettore nel periodo di attesa del volo successivo consistente nei seguenti servizi a titolo gratuito in relazione alla durata dell’attesa: pasti, bevande, sistemazione in albergo, trasporto dall’aeroporto al luogo di sistemazione (albergo o altro);
6) Compensazione pecuniaria (indennità risarcitoria) che varia da un minimo di € 250,00 ad un massimo di € 600,00 a seconda della durata e della distanza del volo. Tale indennità non è dovuta quando i viaggiatori sono stati informati della cancellazione con congruo anticipo (nei modi e nei termini stabiliti dall’art. 5) e quando la cancellazione è dovuta a “circostanze eccezionali” non imputabili al vettore.
RITARDO DEL VOLO
In caso di ritardo del volo rispetto all’ora stabilita per la partenza il vettore deve fornire al passeggero l’assistenza gratuita di cui sopra.
NEGATO IMBARCO
In caso di nega o imbarco a passeggeri non consenzienti il vettore è obbligato a corrispondere una compensazione pecuniaria e a fornire un’assistenza gratuita con le stesse modalità previste per i voli cancellati.

 

Cosa succede rimango bloccato all’aeroporto?
Le compagnie aeree devono proteggere la salute e la sicurezza dei loro passeggeri e dell’equipaggio

 

Quindi se sei rimasto bloccato all’aeroporto a causa di una cancellazione, dovresti avere diritto all’assistenza dalla tua compagnia aerea con:
  • Cibo e bevande.
  • Possibilità di comunicare.
  • Alloggio in hotel, se necessario.
Questi sono i diritti previsti dal Regolamento CE 261 che si applicano ai passeggeri in partenza da un aeroporto europeo

 

SOGGIORNI  PRENOTATI  SULLA  PIATTAFORMA  AIRBNB
Si può chiedere la cancellazione e il rimborso intergale (con “vaucher” o in denaro) per “ cause di forza maggiore” delle prenotazioni effettuate prima del 14 marzo 2020 con data di check-in compresa tra il 14 marzo e il 15 luglio 2020.
SOGGIORNI  PRENOTATI  SU BOOKING.COM
Si può chiedere la cancellazione e il rimborso integrale (con “vaucher” o in denaro) “per cause di forza maggiore” per tutte le prenotazioni effettuate prima del 6 aprile 2020 con check-in che varia a seconda della destinazione.
Richiedi subito la Nostra assistenza! Saremo lieti di aiutarti!.

 

Per poter ottenere il risarcimento e/o il rimborso, basta compilare il modulo riportato di seguito.
Una volta compilato il modulo verrai contattato quanto prima dal nostro Staff, che ti fornirà tutte le informazioni utili per ottenere il rimborso.
Non esitare a contattarci o a farci contattare!
Puoi ottenere il risarcimento/ rimborso in maniera facile e veloce compilando il modulo “MODULO INVIO DATI”  quì a latoal resto ci penserà ilpuntolegale!

 

Ancora dubbi?
Chiama il nostro numero GRATUITO
 

Metti Mi Piace su Facebook

Facebook Pagelike Widget